Se invitassimo i ragazzi francesi a Pasqua, chi potrebbe ospitarli?

I nostri ragazzi nell’agosto dello scorso anno sono stati ospitati nel paese francese di Louvigny, gemellato con Molvena, come primo esempio di viaggio all’estero realizzato in collaborazione tra l’Associazione Genitori Maestra Loretta, l’Istituto Comprensivo ed i comuni di Mason Vicentino e Molvena. La bella esperienza continuerà quest’anno con delle iniziative che saranno decise in una riunione programmata per il 20 gennaio prossimo, presso il Comune di Molvena, dove appunto l’Associazione Genitori ed i due Comuni si confronteranno sull’argomento. E proprio per giungere con le necessarie informazioni sul tema, sarebbe indispensabile effettuare un rapido sondaggio tra le famiglie dei nostri due Comuni per capire chi potrebbe ospitare, fornendo vitto ed alloggio, i ragazzi francesi durante le vacanze di Pasqua, approfittando del fatto che quest’anno si è aggiunto un giorno dopo Pasquetta e che quindi vanno da giovedì 2 aprile a martedì 7 aprile 2015.
Si inizierà, com’è ovvio, dalle famiglie dei ragazzi che ad agosto 2014 sono andati in Francia, ma l’invito è rivolto a qualunque famiglia che abbia la possibilità di ospitare ragazzi dell’età attorno a quella dei ragazzi frequentanti la Scuola Secondaria di 1° grado. Chi avesse tale disponibilità, o conoscesse qualcuno che potrebbe averla, è pregato gentilmente di farcela sapere, scrivendo all’indirizzo info@agemaestraloretta.it
oppure chiamando allo 0424/411603. Oltre che una piacevole occasione di far crescere noi ed i nostri figli in una dimensione europea, che sarà necessariamente sempre più presente nel futuro dei giovani d’oggi), la disponibilità ad ospitare rappresenterà anche una priorità per i ragazzi delle famiglie ospitanti nella graduatoria che sarà formata quando si tratterà di decidere chi di noi potrà andare in Francia, forse già quest’anno e forse ancora a Louvigny (è una delle cose che saranno stabilite nell’incontro di martedì 20 prossimo).
Poi, visti i recenti fatti accaduti ai nostri cugini d’Oltralpe, ospitare i ragazzi francesi sarebbe un modo concreto per dimostrare loro la nostra solidarietà, e che la fratellanza tra le genti è molto maggiore di quella che i Media spesso lasciano intendere… Non trovate?

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *