TI ASCOLTO: Sportello di ascolto per alunni, genitori e insegnanti.

Negli ultimi anni sono sempre più numerose le scuole che si avvalgono di esperti esterni per la realizzazione di un servizio psicologico che favorisca il raggiungimento degli obiettivi formativi attraverso la promozione del benessere nel contesto scolastico.
La scuola è un ambiente importante che svolge non solo la funzione didattico – educativa ma è anche il luogo in cui si manifestano i processi di crescita e in cui possono emergere potenziali disagi emotivi e relazionali.
L’ingresso alla scuola primaria costituisce una tappa significativa: il bambino si sente più grande, sente di fare un lavoro e occupa per la prima volta un vero e proprio ruolo nella società. Allo stesso tempo, questo può portare varie difficoltà, in primis dovute all’acquisizione degli apprendimenti, come la scrittura, la lettura e le abilità matematiche che, in una piccola percentuale di casi può essere molto difficoltosa a causa di un vero e proprio disturbo dell’apprendimento (DSA). In questo caso sono possibili forti vissuti di disagio e una prima ma importante disaffezione verso la scuola. In secondo luogo, proprio in questi anni, cominciano a diventare più complessi anche i rapporti con i compagni e con gli adulti di riferimento.
Il passaggio dalla scuola primaria alla scuola secondaria è poi particolarmente difficile per i grandi cambiamenti che comporta anche a livello didattico. I ragazzi sono continuamente messi alla prova, sia per quanto riguarda l’aspetto degli apprendimenti e dell’autonomia nello studio, con richieste molto maggiori rispetto alla scuola primaria, che per quanto riguarda i cambiamenti preadolescenziali e i possibili disagi con il gruppo dei pari e con gli adulti, tipici dell’età.
Lo sportello è uno spazio scolastico accogliente e flessibile, dove studenti, genitori, docenti e tutto il personale scolastico possono esprimere le proprie difficoltà e i propri vissuti in assoluta privacy, sia rispetto alle modalità, sia rispetto ai contenuti dei colloqui. Si tratta di uno spazio di scambio e di supporto finalizzato alla promozione del benessere di tutti gli utenti della scuola, al confronto sulle dinamiche educative e alla relazione di aiuto al minore.
Questo servizio sarà un’occasione per i ragazzi:
– di ascolto
– di accoglienza e di accettazione
– di sostegno alla crescita
– di orientamento – di informazione
– di supporto strategico per le difficoltà scolastiche.
Lo sportello si rivolgerà principalmente agli studenti, ma offrirà un’opportunità di scambio e di sostegno anche alle famiglie che potranno, se vorranno, trovare ascolto e supporto nell’esercizio di una genitorialità piena e consapevole, nel potenziamento delle proprie competenze educative e di supporto ai figli.

La consulenza psicologica si rivolge inoltre anche agli insegnanti. Essi potranno essere aiutati a comprendere eventuali difficoltà vissute in qualità di docente e a ricercare strategie educative e comportamentali efficaci, potranno segnalare situazioni problematiche verificatesi nel gruppo classe o in un singolo alunno, e ricevere suggerimenti riguardo a tecniche di intervento. Particolare supporto è inoltre fornito per le situazioni in cui siano presenti difficoltà con alunni con DSA o BES, sia per quanto riguarda l’aiuto a sviluppare una didattica inclusiva per tutta la classe, sia nella gestione dei casi specifici.
Obiettivo della consulenza psicologica è anche quello di avviare il dialogo tra genitori e insegnanti, al fine di agevolare e sostenere l’alleanza educativa fra scuola e famiglia e favorire la comunicazione.
Lo sportello sarà a disposizione di studenti, genitori e insegnanti per affrontare tematiche quali:
– ambientamento e relazioni (es.: difficoltà nelle relazioni con i compagni di classe e/o con gli insegnanti);
– metodo di studio (es.: organizzazione, difficoltà di concentrazione, strategie per studiare in modo più efficiente e per prepararsi alle prove)
– metodo di studio in caso di DSA o BES (uso efficace degli strumenti compensativi)
– ansia da prestazione scolastica (es.: agitazione in relazione ad interrogazioni, compiti in classe, verifiche; ansia in relazione all’esame di stato);
– familiari (es.: influenza del clima familiare sul rendimento scolastico);
– altre problematiche che si ripercuotano sul percorso di crescita personale e scolastica dell’allievo.
I colloqui non sono da intendersi in alcun modo come terapia o cura, ma come delle consulenze, delle attività di ascolto dalle quali coloro che sceglieranno di usufruirne riceveranno aiuto per le difficoltà che incontrano nella sfera personale, familiare o scolastica.
Qualora sia necessario, si prevede la possibilità di stabilire una collaborazione con le strutture territoriali.
DESCRIZIONE DEL PROGETTO
Attività previste:
Preliminari:
– Conferenza divulgativa di presentazione dello sportello
– Realizzazione di un volantino e di una locandina in cui vengono elencati gli obiettivi dello sportello e la modalità di accesso.
– Una volta presentato e approvato il progetto “Ti ascolto” la scuola consegnerà a tutte le famiglie un’autorizzazione preventiva, in cui i genitori esprimono il consenso allo svolgimento dei colloqui qualora il proprio figlio lo richieda allo sportello durante l’anno. Non potranno essere fatte consulenze a minori sprovvisti di tale consenso firmato dai genitori.
Durante le ore di sportello:
– Incontri individuali tra alunni e psicologo, sia per situazioni di difficoltà con gli apprendimenti, lo studio, l’uso degli strumenti compensativi (nel caso dei DSA), l’orientamento scolastico, sia per problematiche emotive e relazionali
– Consulenze individuali tra genitori e psicologo o tra insegnanti e psicologo presso gli spazi previsti per il punto ascolto
– Consulenza agli insegnanti nella preparazione di percorsi e strategie mirate all’intervento educativo nelle classi
– Consulenza agli insegnanti nella preparazione di strategie mirate ad incrementare modalità efficaci di didattica inclusiva (per BES e DSA)

– Consulenza agli insegnanti per la comprensione e il sostegno di difficoltà psicologiche e/o relazionali
Periodo di effettuazione: da novembre 2014 a maggio 2015.
Gli interventi si effettueranno con equa distribuzione durante l’anno, indicativamente coprendo 2 ore nello stesso giorno e con cadenza settimanale o bisettimanale. Il monte ore totale sarà corrispondente al budget previsto.
L’accesso allo sportello avverrà su appuntamento.
Le eventuali ore non prenotate potranno essere utilizzate per la preparazione e la realizzazione di incontri di gruppo su tematiche richieste dai genitori o dagli insegnanti.
A chi si rivolge
Lo psicologo all’interno della scuola rappresenta una risorsa a cui possono rivolgersi tutti gli utenti della scuola: studenti, genitori, docenti e collaboratori.
Gestione degli appuntamenti:
Gli alunni che richiedono un colloquio compilano un apposito modulo di richiesta e lo introducono nella cassetta apposita, che si trova all’ingresso dell’Istituto. Sarà cura dello psicologo contattare gli alunni per il colloquio tramite un collaboratore scolastico.
I genitori e i docenti possono fare richiesta anche tramite e-mail specificando in breve la motivazione della richiesta di consulenza in modo da parlare con il professionista più indicato allo scopo.
Disdetta dell’appuntamento
In caso qualcuno non si presenti all’appuntamento senza avvisare, o disdica senza un sufficiente preavviso minimo, da intendersi come sufficiente a riorganizzare gli appuntamenti della giornata in modo da avere la copertura minima di 2 ore, saranno addebitate entrambe le ore segnalando che una non è stata occupata regolarmente.
Un tempo minimo di rispetto è tra le 48 e le 24 ore, ad esempio se un appuntamento viene disdetto in tempo utile sarà possibile anticipare un incontro dalla settimana successiva qualora fosse possibile anche per chi si è prenotato.
REQUISITI PROFESSIONALI:
Servizio Insieme, equipe per l’età evolutiva del Poliambulatorio San Gaetano, è composto da medici, psicologi, psicoterapeuti, logopedisti, pedagogisti, tutti esperti nell’ambito dell’età evolutiva e in particolare sui disturbi dell’apprendimento.
Tutti i professionisti psicologi sono iscritti all’albo e hanno dei titoli di specializzazione inerente l’età evolutiva (master in psicopatologia dell’apprendimento o altri master in disturbi dell’età evolutiva).
Essere parte di un’equipe di psicologi garantisce che, oltre all’elevata professionalità di base, gli specialisti siano in grado di rispondere più efficacemente anche a tematiche specifiche, mediante i diversi percorsi di approfondimento che ognuno ha effettuato.
Gli psicologi di Servizio Insieme hanno recentemente collaborato con l’Associazione Genitori Maestra Loretta per l’attivazione di un Corso sul Metodo di Studio.

Servizio Insieme – equipe per l’età evolutiva

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *