Da mercoledì prossimo anche una lezione di prova per i Pupazzi di stoffa in Francese!

Per i ragazzi della Scuola Secondaria che volessero provare a realizzare i Pupazzi ed i mostri di stoffa, con l’integrazione dei principali termini in francese grazie alla presenza di una madrelingua, sarà ora possibile anche effettuare una lezione di prova, cui si potrà accedere limitandosi alla necessaria iscrizione all’Associazione Genitori
(gratuita per i rappresentanti di classe). Al termine di questa prova, sarà poi possibile per i ragazzi confermare la loro presenza alle restanti tre lezioni, con il pagamento della quota di € 20. Tale opzione è stata pensata proprio perché i tempi ristretti non hanno permesso di illustrare bene l’importanza di questa proposta, che vede sia la possiblità per i nostri ragazzi di recuperare una capacità manuale che pc e smartphone ci stanno facendo sempre più perdere, sia per la possibilità di avere un modo molto semplice e diretto per imparare utili termini francesi, ascoltati con la loro corretta dizione grazie appunto alla presenza di una signora francese del nostro territorio che si è prestata a tale iniziativa.
E proprio a quest’ultima, Lorette Bolzan, va il nostro grazie come Associazione Genitori, oltre ovviamente alla nostra componente il Direttivo Valentina Rubbi, che terrà il corso, ed ancora una volta alla Prof.ssa Marisa Battaglini, che oltre ad aver contribuito alla fase organizzativa parteciperà anche direttamente a questo corso (ed a quello di robotica). Proprio per evidenziare il valore di questa iniziativa per la lingua d’Oltralpe, abbiamo avuto il pieno sostegno del titolare di francese della Scuola Secondaria di Mason, il prof. Ferrara, che sta promuvendo il corso diretttamente ai ragazzi in classe.
Ricordiamo, infine, che come tutte le iniziative per gli alunni della Scuola Secondaria, per gli interessati sarà attivo un servizio di sorveglianza a cura dell’Associazione Genitori dalle 12.55 alle 13.30, dal termine delle lezioni all’inizio dell’attività , durante il quale i ragazzi potranno consumare un proprio pranzo a sacco nei locali della Scuola…
Passate parola!

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *